Aggiornamenti COVID-19

 

IMPORTANTE DOCUMENTI VIAGGIO!

A PARTIRE DAL  21/05/2020 E FINO A DATA DA STABILIRE LE AUTORITA' DELLA BOSNIA-HERZEGOVINA HANNO DISPOSTO CHE TUTTI I CITTADINI STRANIERI POSSONO ENTRARE IN BOSNIA-HERZEGOVINA  UNICAMENTE CON IL PASSAPORTO IN CORSO DI VALIDITA'. NON VERRA' RICONOSCIUTO NESSUN ALTRO DCUMENTO.

https://ambsarajevo.esteri.it/ambasciata_sarajevo/it/ambasciata/news/dall-ambasciata/covid-19-nuovo-coronavirus.html

 

IN EVIDENZA

13.10.2020
COVID-19. NORMATIVA ITALIANA: Il DPCM 13 ottobre 2020 disciplina gli spostamenti da/per l’estero dal 14 ottobre al 13 novembre 2020, riprendendo e in parte modificando quanto previsto dalla normativa precedente. Anche questo Decreto individua alcuni elenchi di Paesi, per i quali sono previste differenti limitazioni: 
A - San Marino e Città del Vaticano
B - PAESI UE (tranne i Paesi negli elenchi C e D), SCHENGEN, Andorra, Principato di Monaco
C - Belgio, Francia, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Spagna, Regno Unito 
D- Australia, Canada, Georgia, Giappone, Nuova Zelanda, Romania, Ruanda, Repubblica di Corea, Tailandia, Tunisia, Uruguay:
E - Resto del mondo
F - Armenia, Bahrein, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana, Kosovo, Montenegro, Colombia 
Per maggiori informazioni sulle limitazioni previste per ciascun elenco, consultare l’Approfondimento disponibile su ViaggiareSicuri. E’ disponibile anche un questionario, basato sulla normativa vigente in Italia. Il questionario ha carattere informativo, non ha valore legale e il risultato ottenuto non garantisce l’ingresso in Italia o nel Paese di destinazione: cliccare qui per visualizzarlo.   
Per i Paesi da/per i quali l’Italia non pone limitazioni, si raccomanda di consultare sempre la Scheda Paese su ViaggiareSicuri: le autorità locali potrebbero ancora mantenere restrizioni all’ingresso per i viaggiatori (anche provenienti dall’Italia)
Singole Regioni potrebbero adottare ulteriori misure nei confronti di chi proviene da determinati Stati e territori esteri. Si raccomanda di verificare direttamente con le Regioni di destinazione.
 
 
5.10.2020
BOSNIA ERZEGOVINA: COVID-19. Aggiornamento: Le autorità della Bosnia ed Erzegovina hanno dichiarato lo stato di disastro in risposta all’emergenza sanitaria causata da COVID-19 e hanno disposto una serie di misure preventive e di contenimento progressivamente allentate. Dal mese di giugno si è registrato in Bosnia un incremento significativo dei contagi, pertanto potrebbero essere adottate nuove misure di contenimento, con breve preavviso, in funzione della situazione epidemiologica.
Gli aeroporti hanno riaperto al traffico passeggeri, anche se alcune compagnie aeree non hanno riattivato, o hanno nuovamente sospeso a seguito del nuovo aumento di contagi, le rotte da e per la Bosnia Erzegovina.
A partire dal 12 settembre 2020, l'ingresso dei cittadini stranieri in Bosnia Erzegovina è condizionato alla presentazione alle Autorità di frontiera dei risultati di un test PCR per il virus COVID-19, non più vecchio di 48 ore, che attesti la negatività dell'individuo.
Sono esentati dall'obbligo di presentazione del certificato i cittadini di Serbia, Croazia e Montenegro, i diplomatici ed i funzionari di Ambasciate ed Organizzazioni Internazionali accreditati nel Paese, lo staff EUFOR/NATO ed il personale militare dei Paesi NATO, i trasportatori merci e gli equipaggi. Il transito è in ogni caso consentito per il ritorno al proprio Paese di abituale residenza. L'attraversamento della striscia di Neum è in ogni caso consentito a patto di non sostare nel territorio della Bosnia Erzegovina e di raggiungere la frontiera nel più breve tempo possibile.
Tutti i cittadini stranieri, inclusi gli autisti per trasporto merci, possono entrare nel territorio della Bosnia Erzegovina unicamente con un passaporto in corso di validità (non sono più accettati altri documenti di riconoscimento).
Si raccomanda a tutti i connazionali che entrano nel Paese di adeguarsi e rispettare le norme di sicurezza. In tutte le aree e gli spazi pubblici è necessario indossare una mascherina protettiva.
Per ulteriori informazioni si rimanda al sito dell'Ambasciata d'Italia a Sarajevo.

 
   


Nome Hotel
Arrivo
Partenza
Camere
Adulti Bambini
(3-9)
Infant
(0-3)
Camera 1:
Camera 2:
Camera 3:
Camera 4:
Camera 5:
Camera 6:
Camera 7:
Camera 8:


Vedi altre città
Vedi altre date
Trasferimento da

Vedi altre città
Vedi altre date
Vedi altre città
Vedi altre date


Scegli bene, affidati all'esperienza.

Tour Operator leader nel turismo religioso
Esperienza ventennale
Conoscenza delle destinazioni
Partner dei più qualificati hotel
Assistenza clienti no stop
Prenotazioni garantite
Miglior rapporto qualità prezzo
Prezzi trasparenti

Newsletter:

Iscriviti alla nostra newsletter e riceverai un buono sconto per i servizi indicati